Pubblicità

Blog della genealogia

2 Marzo 2015

In mostra la cravatta di Napoleone scoperta a Lucca

A cura dell'associazione Napoleone ed Elisa: da Parigi alla Toscana, la mostra è stata presentata all'Archivio di Stato di Lucca, in piazza Guidiccioni, nel corso di un incontro dedicato al Bicentenario della partenza di Napoleone dall'isola d'Elba. Durante il pomeriggio napoleonico promosso in collaborazione con il Mibact, la Provincia di Lucca, il Real Collegio, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e di privati, coordinato dal giornalista e conduttore televisivo Paolo Del Debbio, è stato mostrato questo straordinario oggetto appartenuto all'Imperatore.

leggere il seguito...

I manoscritti della Biblioteca Apostolica Vaticana online grazie a NTT Data

Un milione e seicentomila libri a stampa antichi e moderni (tra cui 8600 incunaboli), 150 mila tra codici manoscritti e carte di archivio, oltre 300 mila oggetti di interesse numismatico, 250 mila tra disegni, matrici e fotografie e circa 20 mila oggetti di arte: è questo il ricchissimo patrimonio della Biblioteca Apostolica Vaticana, uno dei più grandi archivi di cultura e storia dell'umanità.

Tra i pezzi più famosi della Biblioteca si trova il Codex Vaticanus, il più antico manoscritto completo della Bibbia conosciuto.

leggere il seguito...

A Villa Giulia le testimonianze sulla Grande guerra

Sarà a villa Giulia dal 14 al 20 aprile le celebrazioni del centenario della Grande guerra 1915-18 promosso nel Vco in sintonia con quanto avviene in occasione dell’anniversario in tutte le province italiane a cura dello Stato maggiore dell’esercito.

"Sarà un momento estremamente importante e significativo. Serviranno per ricordare il grande evento storico in ogni suo aspetto. Si tratta infatti di fare memoria non solo degli eventi bellici, ma anche del contributo che essi diedero all’unità della nazione e come tali sono un momento fondamentale e fondante nella storia del Paese da cui trarre ancora adesso alimento per ravvivare lo spirito nazionale".

leggere il seguito...

3 astuzie per servirsi di Geneanet #2

Il più sovente possibile, pubblicheremo delle note sul blog per rispondere alle più frequenti domande sull'uso di Geneanet.

Le astuzie della settimana sono :

- Come cancellare un conto Geneanet ?
- Come importare un file GEDCOM su Geneanet ?
- Come contattare un membro Geneanet ?

leggere il seguito...

27 Febbraio 2015

Grande guerra, il primo morto veronese era nato a San Pietro

È morto prima ancora di poter raggiungere le trincee della prima guerra mondiale. Ad Emilio Bologna, soldato di fanteria originario di San Pietro di Legnago, spetta infatti un triste primato: quello di essere uno dei primi militari ad essere stati uccisi la mattina del 24 maggio 1915, poche ore dopo lo scoppio del primo conflitto mondiale che coinvolse l'Italia per tre anni, fino al 4 novembre 1918.

Il nome di Bologna, che all'epoca aveva 21 anni, compare assieme a quello di un altro commilitone veronese, Silvio Steccanella di Cazzano di Tramigna...

leggere il seguito...

26 Febbraio 2015

All'Archivio di Stato di Lucca si celebra l'anniversario della partenza de Napoleone dall'Elba

L’Archivio di Stato di Lucca e l’Associazione “Napoleone ed Elisa: da Parigi alla Toscana” organizzano sabato 28 febbraio alle 16,30 presso l'Archivio di Stato (piazza Guidiccioni, 8) un pomeriggio napoleonico dedicato all’anniversario della partenza di Napoleone dall'Elba "27 febbraio 1815: tre donne lucchesi nella grande Storia".

Coordinerà l’incontro il giornalista e conduttore televisivo Paolo Del Debbio. Gabriele Paolini, dell’Università di Firenze riferisce le vicende degli ultimi giorni di Napoleone all’Elba utilizzando le testimonianze rese da tre donne lucchesi alla Polizia di Piombino.

leggere il seguito...

Cava de’ Tirreni: Alla ricerca del nostro passato

La Biblioteca dell’Abbazia di Cava de’ Tirreni, sorta nel secolo XI insieme al luogo sacro, possiede tesori invidiatici da tutto il mondo.

Oltre ai suoi 77mila volumi a stampa, infatti, custodisce 15.000 pergamene, 430 manoscritti, 25.000 vergati a mano, 120 incunaboli, solo per citare i pezzi più antichi. Nella maggior parte dei casi si tratta di fonti storiche uniche per poter ricostruire il nostro passato. Al valore documentario si aggiunge la bellezza estetica dei codici miniati dagli amanuensi nello scriptorium.

leggere il seguito...

25 Febbraio 2015

La Grande Guerra in Umbria : Una mostra a Palazzo Baldeschi di Perugia

La Grande guerra e la piccola Umbria, un rapporto ancora da approfondire a distanza di un secolo dall’entrata dell’Italia nel conflitto. Ci prova la mostra allestita dalla Fondazione Cassa di risparmio di Perugia nel palazzo Baldeschi, aperta oggi e visitabile fino al 2 giugno.

La mostra si articola in due percorsi paralleli, uno dedicato a ricostruire il grande scenario nazionale e internazionale della prima guerra mondiale, l’altro rivolto a esplorare le implicazioni che lo stato di guerra ebbe sulla popolazione umbra, molte delle quali poco note nonostante fossero tutt’altro che secondarie.

leggere il seguito...

Giunta regionale, Archivio di Stato di Perugia, mozione approvata

"Impegnare la Giunta regionale ad attivare tutte le possibili iniziative volte a scongiurare il declassamento dell’Archivio di Stato di Perugia, salvaguardandone ruolo, funzione, servizi e anche le professionalità soprattutto tecnico-scientifiche".

Questi i punti centrali di una mozione urgente firmata da tutti i gruppi consiliari su iniziativa del consigliere Giancarlo Cintioli (PD) e votata all’unanimità dall’Aula di Palazzo Cesaroni.

leggere il seguito...

23 Febbraio 2015

Snia Viscosa: alla scoperta della storia della fabbrica

Il centro di documentazione Maria Baccante è stato inaugurato ufficialmente il 21 febbraio 2015, a quasi 20 anni dal ritrovamento dell’archivio della fabbrica, la Viscosa, che ne costituisce il fondo principale e il volano intorno a cui si è formato quasi spontaneamente il gruppo che ci lavora da anni.

Il lavoro sui documenti, svolto in diverse fasi nel corso degli anni, ha evidenziato la loro importanza per la storia del territorio, dando vita a numerose ricerche che hanno dato colore alla storia sbiadita delle carte.

leggere il seguito...

3 astuzie per servirsi di Geneanet #1

Il più sovente possibile, pubblicheremo delle note sul blog per rispondere alle vostre domande più frquenti sull'uso di Geneanet.

Le astuzie della settimana sono :

- Come modificare il tuo indirizzo e-mail ?
- Come disiscriverti dalle newsletters Geneanet ?
- Come aggiungere una foto sul tuo albero genealogico Geneanet ?

leggere il seguito...

19 Febbraio 2015

"Capriglia Irpina", presso l'Archivio di Stato la presentazione del volume di Spagnuolo

Venerdì 20 febbraio 2015 alle ore 16.00 presso la sede dell'Archivio di Stato di Avellino sarà presentato il volume di Agostina Spagnuolo "Capriglia Irpina". Appunti di storia di vita quotidiana, dalle origini ai giorni nostri.

Si tratta del frutto di una lunga ricerca svolta sulle fonti archivistiche e bibliografiche dell'Archivio di Stato di Avellino, dell'archivio di Stato di Napoli e della biblioteca annessa al Monumento Nazionale di Montevergine..

leggere il seguito...

18 Febbraio 2015

Archivio Storico Diocesano di Reggio Calabria-Bova: Magna Grecia in mostra

Il giorno 21 febbraio, dalle 9.30 alle 13.00, nei locali dell'Archivio storico diocesano di Reggio Calabria-Bova, la dr.ssa Pasqualina Adele Marzotti terrà una conferenza dal titolo “Percorsi documentari sulla Magna Grecia”.

L'incontro è finalizzato a presentare le attività svolte in Archivio per l'esecuzione del progetto “Tracce di Magna Grecia – Network di documenti libri e periodici a Reggio Calabria”.

leggere il seguito...

17 Febbraio 2015

Il fascino del cimitero di Bonaria: Un tour virtuale tra l'arte funeraria

Una visita al cimitero monumentale di Bonaria è un regalo che ogni cagliaritano dovrebbe farsi: non si paga un centesimo e si può contare sulle guide esperte messe a disposizione dalla cooperativa che gestisce il sito.

Nel frattempo si può dare uno sguardo su internet. Il sito Unionesarda.it da questa mattina propone un virtual tour all'interno di uno dei luoghi più belli della città nel servizio fotografico di Max Solinas.

leggere il seguito...

16 Febbraio 2015

Da un piccolo cimitero in Toscana nuovi indizi sull’evoluzione del colera

Un piccolo e antico cimitero italiano protagonista di una ricerca internazionale per far luce sui punti deboli del colera. Un team di archeologi e altri ricercatori internazionali spera, infatti, che dall’antico cimitero che circonda la chiesa abbandonata di Badia Pozzeveri (provincia di Lucca), in Toscana, possano arrivare nuovi preziosi indizi per battere il bacillo mortale che causa il colera.

Il sito contiene le vittime dell’epidemia di colera che ha travolto il mondo nel 1850, spiega Clark Spencer Larsen, professore di antropologia presso la Ohio State University e uno dei leader del team di scavo.

leggere il seguito...

- page 1 de 111